Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

mercoledì 29 settembre 2010

disastri

Questo non è un bel periodo. Sono di fronte alla necessità di fare scelte importanti. Una per tutte:il lavoro. 
Purtroppo il mio attuale lavoro mi sta procurando un' enorme quantità di stress che sta sfociando in qualche disturbo fisico. In questo periodo nero di crisi lasciare sarebbe stupido ma anche l' andare avanti mi procurerà non pochi problemi. La creazione di bijoux era per me una fonte di relax , mi distraeva, mi permetteva di staccare .. ma ora anche quest'attività ultimamente non riesce più ad aiutarmi. Che fare??? per il momento continuo a riflettere e speriamo di giungere alla soluzione del dilemma!!

ps: la tessitura di perle è più difficile di quanto pensassi!! ho disfatto tutto e ricominciato da capo.. le cose che avevo fatto non erano presentabili!! chissà se ce la faro??!!

6 commenti:

  1. Ti faccio i miei migliori auguri che questo periodo passi più velocemente possibile e ti riconsegni una tranquillità che ti permetta di continuare a creare. Non abbandonare la creazione, però, prenditi magari un momento di pausa per dedicarti alla soluzione dei problemi e poi vedrai che avrai la testa per riprendere la tua passione. Continua a scrivere Francesca. Ti aiuterà un pochino. In bocca al lupo!!!
    Ciao.
    Anto.

    RispondiElimina
  2. Carissima, capisco molto bene il problema,ma tu non mollare mai!!!!! prenditi una pausa fai dei massaggi rilassanti o yoga che ti aiutano molto, e poi riprendi in mano la tua via e ricomincia!!! cerca( se riesci, so che non è facile)un'altro lavoro che ti soddisfa di più e vai avanti , ma non mollare maiiii!!! baci e tantissimi auguroni di cuore. Lulu

    RispondiElimina
  3. Ciao Francesca, seguo molto il tuo blog e la tua passione per "l'arte del creare" si vede nella bellezza delle tue "opere". Sai, ho passato anch'io un periodo d'inferno a causa del lavoro che mi ha procurato continui mal di testa, mal di pancia, pianti ... ma a cosa serve? unicamente a farci stare male. Ho ragionato, con l'aiuto dei miei cari e l'abbraccio delle mie bimbe e sono arrivata alla conclusione che reagire è il modo migliore. Non abbatterti, continua a creare, vedrai che ti aiuta a distrarre la mente... stasera, dopo diverse settimane, ho fatto anch'io così e ha funzionato! Un abbraccio. Marta

    RispondiElimina
  4. un grazie caloroso a tutte voi! in questi giorni non ho potuto guardare il blog in quanto gli impegni si sono sovrassommati uno dietro l'altro! ora vi scrivo in un piccolo momento di pausa! mi avete dato un grande supporto e in questo momento per me è prezioso quanto l'oro!!!!
    purtoppo ppenso di essere arrivata a un punto di rottura con il mio attuale lavoro. Lavoro in una struttura simile ad una casa famiglia per ragazzini con disagio. E' un lavoro meraviglioso e da anche tante soddisfazioni ma è anche estremamente coinvolgente sia per le ore effettive di lavoro, che sono parecchie, sia perchè fai i conti con la sofferenza tutti i giorni. La cosa brutta è che queste strutture sono tutte di associazioni onlus e cooperative che non si possono permettere di fare contratti adeguati che prevedano ferie, un compenso "normale" o quanto meno adeguato alla mole di ore di lavoro, malattia e via dicendo. Imomenti per staccare durante l'anno sono pochissimi e brevi.Questo fa si che il lavoro diventa la tua vita, spesso te lo porti a casa e quindi non c'è posto per molto altro. Se non si ha la possibilità di staccare, si va invevitabilmente verso l'esaurimento delle energie e l'icapacità di sopportare il carico emotivo che questo lavoro comporta. Da un po di tempo soffro già di insonnia e altri disturbi fisici. Dopo 4 anni però questi ragazzini li sento filgi miei, ho combattuto con loro, ho vissuto le loro difficoltà, ho gioito con loro quando riuscivano a superarle insieme a me... e ora come lasciarli?? E' questo il dilemma..

    RispondiElimina
  5. credo di essere la persona meno indicata per aiutarti...ma voglio che tu sappia che comprendo il tuo stato...
    Spesso siamo costretti a prendere delle decisioni,a volte pensate a volte improvvise,non tutte sono semplici,anzi.
    metti su un piatto della bilancia tutte le cose positive e sulla'altro tutte quelle negative.... e poi fai la tua scelta.
    Non fare come me...è da agosto che non riesco a prendere in mano nè una perla ne le miyuki...
    se cadi da cavallo,rimettiti in sella,subito.
    ciao lu

    RispondiElimina
  6. Come ti capisco! a volte non si riesce a trovare proprio un momento di serenità, di distacco dai problemi. per fortuna tutto passa, e vedrai che la voglia di creare ti ritornerà...

    RispondiElimina

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...